Fuori dalla Caverna: Ebook Gratuito

Da oggi è possibile scaricare gratuitamente il mio libro del 2012 “Fuori dalla Caverna”: una raccolta di appunti di viaggio in cui gli aneddoti e le osservazioni spaziano da Roma a Parigi, fino al Sudamerica, passando per Bruxelles, Amsterdam, Dublino, Berlino, New York e molte altre città. Un viaggio tra pagine di ricordi e sorrisi, sguardi malinconici al passato, risposte e speranze per il futuro. Una storia che tocca temi comuni a tutti i ragazzi della nostra generazione: è l’avventura di un trentenne alle prese con la vita, l’amore, la società in cui vive, il tempo che passa. Il tutto costellato da costanti riferimenti alle sue passioni: il cinema, la musica, la letteratura, la fotografia.

Fuori dalla caverna è un vero e proprio viaggio su carta: un viaggio romantico e appassionato, dove Roma è una moglie, Parigi un’amante, il mondo una casa; anche perché “viaggiare non significa allontanarsi da casa, ma trovarne continuamente di nuove”. Ed è così che da un primo, piccolo viaggio da solo gli orizzonti del protagonista, ancora piuttosto ingenuo e inesperto, si aprono a tal punto da renderlo un viaggiatore più navigato, in questa vita piena di incertezze e di instabilità, sentimentali e professionali, in cui è l’amore per le piccole meraviglie sparse qua e là intorno a noi il vero segreto della felicità.

Puoi scaricare l’ebook gratuitamente qui (la versione cartacea la trovate invece su Amazon):

“Once” by Wim Wenders

[ENG] I’m reading an incredible photobook. German director Wim Wenders has travelled a lot, and he always did it with a camera in his bag. This book is a collection of moment, notes of his travel, little stories: “Prefaced by Wenders’ poetic meditations on the metaphysics of photography and film, Once consists of short, autobiographical sketches relating Wenders’ experiences–both meaningful and apparently trivial–on his trips across the world scouting locations for his films, as well as photographs taken during these excursions. The resulting book is at once travel diary, photo album, and a series of short films or short stories–revealing the views and sentiments of an auteur inspired by the poetry of the eye and the melody of speech. Fascinating and revelatory, Once gives us a unique look at the universe Wenders has created out of the hidden pieces of everyday life”.

[Looking for more inspiration? Join us in the group Living Is Easy With One Eye Closed]

[ITA] Sto leggendo un libro fotografico incredibile. Il regista tedesco Wim Wenders ha viaggiato molto e l’ha sempre fatto con una macchina fotografica nel suo bagaglio. Questo libro è una collezione di momenti, appunti dei suoi viaggi, piccole storie: “Introdotto da poetiche riflessioni di Wenders sulla metafisica della fotografia e dei film, Once consiste in corti, autobiografici schizzi relativi alle esperienze di Wenders – sia significative che apparentemente banali – sui suoi viaggi attraverso il mondo cercando le location per i suoi film, accompagnati dalle fotografie scattate durante queste escursioni. Il libro che ne esce fuori è un diario di viaggio, un album fotografico e una serie di cortometraggi o racconti brevi che rivelano il punto di vista e i sentimenti di un autore ispirato dalla poesia dell’occhio e dalla melodia del discorso. Affascinante e rivelatorio, Once ci consegna uno sguardo unico sull’universo che Wenders ha creato con i pezzi nascosti della vita di tutti i giorni”.

[Cerchi altra ispirazione? Raggiungici sul gruppo Living Is Easy With One Eye Closed]

wenders01

365 Project: a year of squared pictures

“My 365 Project meant and still means the world to me” (Marius Vieth)

6th June 2014: in this day I began my 365 Project on Instagram, where I decided to shoot and to post a picture a day, every day, for an entire year. Twelve months later I was observing the world around me with different eyes. In this ebook (free download) you can find all the shots of this charming project, in strictly chronological order: sunny beaches, Christmas lights, italian landscapes, portraits of people, romantic sunsets, melancholic sunrises, noir atmospheres, buildings, food, animals, flashes of street photography and street art. I can remember a story behind every of this 365 photos: they aren’t stunning pictures, they were an exercise, a way to enjoy photography, but they are mine and I love all of them. It was an unforgettable year, a year of life and memories… A year of squared pictures.

libro365
Continue reading

Living is easy

Hi everybody! This is my new blog, it’s going to be a place where I’ll share with you the best photos of other photographers, galleries, projects, photowalks, tips, news and stories about my work and lot of other beautiful things. Hope that “Living is Easy” will be something different, something special for you. Like a safe place where breath photography, inspiration, a kind of magic. A place where you can partecipate with your comments, with your ideas and where you can submit your projects.

Why this strange title? Well, I tried to merge a line from a Beatles song (living is easy with eyes closed, from “Strawberry Fields Forever”) and the moment when you take a picture, closing an eye to watch in the camera. LIVING IS EASY WITH ONE EYE CLOSED was in my mind since a lot, so here we are: take your camera, close an eye and shoot!

livingeasy