Roma Street Photography – 2° Walk and Shot

[English version below]

Ieri pomeriggio si è svolto il secondo appuntamento fotografico di quest’anno con i ragazzi e le ragazze di Roma Street Photography. Un piccolo raduno per conoscersi, fotografare insieme e fare il punto della situazione: Roma Street Photography è una realtà che sta crescendo come collettivo, come gruppo, con passione, entusiasmo e la giusta dose di ambizione. Personalmente è stata la prima volta in cui mi sono trovato a fotografare con più di una o due persone e devo dire che, per un “camminatore solitario” come me, è stata un’esperienza molto divertente. Il tema del giorno era il ritratto di strada, noto anche come “Ritratto ambientato”: per molti fotografi, me compreso, è stata una sfida contro la timidezza o con un genere fotografico mai sperimentato in precedenza. Un pomeriggio (purtroppo per me troppo breve) che mi ha insegnato molte cose: innanzitutto ho trovato davvero molto istruttivo vedere come fotografano altre persone (uno dei motivi per cui ho fotografato poco e ho osservato molto). Ogni fotografo ha i suoi segreti, il suo stile, il suo modo di catturare immagini, il suo modo di approcciare gli sconosciuti… Insomma, ancor più che guardare le foto degli altri fotografi, ho capito che osservare il modo in cui gli altri scattano è uno dei modi migliori per diventare fotografi migliori.

Quella del ritratto ambientato è stata anche un’esperienza istruttiva: per la prima volta ho chiesto a qualcuno di poterlo fotografare e, nonostante sia riuscito a fermare soltanto tre persone (la signora anziana è stata invece fermata da Massimiliano), qualcosa l’ho imparata: prima di tutto, come avevo già letto su altre pagine, quando qualcuno ti dice di sì, non bisogna distrarsi. Ma una cosa è leggerlo, un’altra è applicarlo: per esempio ieri, preso dalla fretta e dall’imbarazzo, ho scattato una foto ad una ragazza senza settare le impostazioni della macchina fotografica. Risultato: fotografia sottoesposta, salvata in qualche modo in post-produzione, ma comunque imperfetta. Ho imparato inoltre che (per me) è più semplice fotografare qualcuno che è già seduto, o fermo per strada, piuttosto che fermare qualcuno che sta camminando. Terza cosa, quando mi sono avvicinato ad una ragazza seduta al bar con le amiche chiedendole un ritratto, dirle di non ridere ha provocato esattamente l’effetto opposto: un sorriso spontaneo (in questo caso però lo scatto è rovinato dallo sfondo con altre persone al bar, che distraggono l’attenzione dal soggetto). Lo sfondo è anche il difetto principale del ritratto del signore con gli occhiali. Insomma, le cose che ho imparato sono le seguenti:

  • Osserva come lavorano gli altri, c’è sempre qualcosa da imparare.
  • Quando chiedi a qualcuno di fotografarlo, prenditi il tuo tempo per avere un bello sfondo e per impostare la macchina fotografica.
  • Molti, dopo che dicono di sì, guardano da un’altra parte: chiedi sempre di guardarti, il contatto visivo con chi guarda la fotografia in questo caso è fondamentale.
  • Se dopo due o tre foto ti dicono “Basta così”, sorridi e ringrazia.

_MG_6739

_MG_6736

_MG_6744

Yesterday there was the second photo-meeting of this year with the guys of Roma Street Photography. A meeting to know each other, take pictures together and make a brief about the group: Roma Street Photography is a reality that grows as a collective, as a group, with passion, enthusiasm and the right dose of ambition. Personally it was the first time for me to take pictures with more of one or two people and I have to say that, for a “lonely walker” as me, it was a very funny experience. The theme of the meeting was the Street Portrait: for many photographers, including me, it was a challange against our shyness and with a photographic genre never experimented before.

It was an afternoon (unluckly for me too short…) that teaches me lot of things: first of all I found really interesting to watch as other photographers do their pictures (one of the reasons why I’ve taken few photos and watched a lot). Every photographer has his own secrets, style, way to take pictures, way to approach strangers… So, more than watch other else’s photos, I understand that observe as the other photographers work is one of the best way to be a better photographer.

Street Portrait was an interesting experience as well: for the very first time I’ve asked permission to take a portrait and, even I’ve asked just to three people, I’ve learned something: first of all, as I read on other pages, when someone says yes, don’t be distracted. But one thing is read it, another thing is to apply it: for exemple yesterday, between rush and embarassment, I took a picture to a girl without setting my camera. Result: underexposed photo, more or less saved in post production, but unperfect. Furthermore I’ve learned that (for me) it’s easier to take a street portrait to someone already still on the street (on a bench, a stair, or in the middle of the street) than stop someone walking. Third thing, when I’ve approached a girl sitting in a bar with her friends, asking for a portrait, tell her “don’t smile” provoke the opposite: a spontaneus smile (in this photo the shoot is ruined by the background with other people in the bar). Wrong background is also the worst bug in the portrait of the man with glasses. So, I’ve learned the following lessons:

  • Watch the other photographers at work, there is always something to learn.
  • When you ask to someone for a portrait, take your time to have a good background and to set your camera.
  • Lot of people, after saying yes, turn his face in another direction. Always ask to look at you, the eye contact in this kink of photos is very important.
  • If, after two or three shoots, someone says you “Enough”, smile and say thank you.

_MG_6730

_MG_6727

_MG_6729

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s