La Cultura della Fotografia in Italia

Da qualche tempo sto riflettendo sul fatto che in Italia (e forse nel mondo? Non saprei) manca in un certo senso quella che si potrebbe definire “Cultura della Fotografia”. Abbiamo un immaginario più immediato e una cultura più ampia quando si parla di cinema, arte pittorica o letteratura, mentre c’è probabilmente un grosso buco quando si parla di fotografia e di fotografi: quando vediamo il fotogramma di Anita Ekberg e Marcello Mastroianni nella Fontana di Trevi sappiamo immediatamente che si tratta di un film di Federico Fellini, ma se ci si trova davanti una foto che abbiamo visto migliaia di volte non tutti sanno il nome di colui o colei che l’ha scattata (un esempio? Chi sa dire senza pensarci troppo il nome del fotografo che ha immortalato Ernesto Che Guevara nel celebre scatto diventato l’icona del Che?). Al di là di alcune foto di Henri Cartier-Bresson e probabilmente poche altre di Steve McCurry, i fotografi sembrano destinati a non essere riconosciuti per il loro lavoro o, ancor peggio, i loro lavori sono destinati a non essere conosciuti, ammirati o raccontati.

La mancanza di questa cultura della fotografia (attenzione: non a livello tecnico, ma a livello storico) mi lascia perplesso, mi dispiace, mi fa domandare cosa si possa fare per tentare di far conoscere un po’ meglio i maestri della fotografia e il loro lavoro. Non so se sia il caso di condividere quotidianamente delle immagini su un album su Facebook o di fare delle piccole monografie sul mio blog fotografico, ad ogni modo mi piacerebbe davvero molto contribuire alla diffusione della cultura fotografica, delle immagini che hanno fatto la storia e di coloro che le hanno realizzate.

PS La foto del Che si intitola “Guerrillero Heroico” e l’ha scattata il fotografo cubano Alberto Korda.

Photo of the Day #92

Photo of the Day today comes from Minneapolis (Minnesota).
The author is the photo-reporter Julio Cortez: I think it’s a very powerful image of the riots in the States after the killing of George Floyd: a protester carries a U.S. flag upside-down, a sign of distress, next to a burning building. The power of the images is very important in this period, photography is always a good way to tell the times we live to the future generations.
I’m there with you.

[Looking for more inspiration? Join us in the group Living Is Easy With One Eye Closed or visit my website www.alessiotrerotoli.com]

My New Shop

I’m so happy to show you my new shop online! Prints are customizable with the frame and size that you choose and the shipping is free in USA, UK and EU. So far there are just few images, but I’m going to add more photos soon (and if your favorite image is not here, please tell me and I’ll add it!).
Visit my shop here: Alessio Trerotoli Shop

Sono molto felice di presentarvi il mio nuovo negozio online! Le stampe sono personalizzabili con cornice e dimensione a vostra scelta, inoltre la spedizione è gratuita negli Stati Uniti, nel Regno Unito e nei Paesi dell’Unione Europea. Per ora è presente soltanto una piccola selezione di immagini, ma conto di aggiungerne molte altre presto (e se la vostra preferita non è presente fatemelo sapere e la aggiungerò subito!).
Visita il mio negozio qui: Alessio Trerotoli Shop

[Looking for more inspiration? Join us in the group Living Is Easy With One Eye Closed or visit my website www.alessiotrerotoli.com]

Out In The Street

Yesterday I walked in Roma for almost 17km with my camera and a 50mm. It’s been incredible how empty are tourist spots like Colosseo or Fontana di Trevi! I didn’t take great images but it’s nice to be back in the streets after two months of lockdown. Here a selection of images that I took in the last days, the first week of our new normality, as you can see sadly full of human isolation.

Continue reading